News in tempo reale

All’ombra del Velino risuonano le note jazz per il primo festival ecosostenibile

Magliano de’ Marsi. Ambiente e musica Jazz questo il felice connubio che animerà le due sere del  Festival “Velino in Jazz” in programma a Magliano Dei Marsi il 17 e 18 agosto prossimi. Il Festival che ha già ricevuto il patrocinio di Enel Green Power, della Regione Abruzzo, della Provincia dell’Aquila, del Comune di Magliano Dei Marsi e del Parco Regionale Sirente Velino,  prende il nome dal massiccio del Velino che sovrasta Magliano Dei Marsi e che con i 2486 slm del Monte Velino è uno dei gruppi montuosi più elevati dell’Appennino. Si chiama “Due come noi che…” il progetto di Gino Paoli e Danilo Rea, il concerto che aprirà il festival il 17 Agosto alle ore 21.30 nella splendida cornice di Piazza Santa Lucia,  a base di voce e pianoforte che vede duettare insieme uno dei più grandi interpreti della canzone d’autore italiana e uno dei più lirici e creativi pianisti di oggi. Uno spettacolo unico in cui il repertorio Fabrizio Bosso e Antonello Salis festival di Tagliacozzosarà arricchito dall’improvvisazione grazie alla genialità di Rea e al desiderio di sperimentazione di Paoli. Ogni momento del concerto sarà quindi diverso e i due artisti si alterneranno tra i grandi classici nazionali e internazionali, gli indimenticabili successi di Paoli, e alcuni dei brani più emozionanti della canzone d’autore napoletana. Le atmosfere incantate, i sogni a occhi aperti, i bozzetti e le caricature di certe altre leggendarie scene di film, questo e molto altro rivivrà nel concerto del 18 agosto, sempre alle 21.30 in piazza Santa Lucia,  del quartetto jazz “Enchantment quartet” nato per registrare l’omaggio del trombettista jazz Fabrizio Bosso a Nino Rota con la London Symphony Orchestra e gli arrangiamenti del M° Stefano Fonzi.  In ogni esibizione dal vivo seguita alla registrazione il quartetto ha costruito via via una propria sonorità che cresce e si esprime in modo travolgente. Da qui la decisione di far vivere questa formazione anche senza l’orchestra, con un repertorio che comprendesse dei brani di Rota, come il Padrino, Romeo e Giulietta, Amarcord, il Gattopardo e La Dolce Vita, ma anche brani originali di ciascun componente. Fabrizio Bosso sarà accompagnato da Luca Mannutza al pianoforte, Rosario Bonaccorso al Contrabbasso, Lorenzo Tucci alla Batteria. Direttore artistico del Festival è il M° Stefano Fonzi, compositore e arrangiatore legato da un lungo rapporto di collaborazione e amicizia con gli artisti che si esibiranno sul palco di “Velino in jazz”. Autore di colonne sonore di film, sigle radiofoniche e televisive(La vita in diretta, uno mattina).