News in tempo reale

Alla scoperta dell’antico acquedotto di Alba Fucens con l’archeologia a chilometro zero

Avezzano. Due appuntamenti del programma di “Fucino 2016. Archeologia a chilometro zero”, organizzato dalla Soprintendenza Archeologia della Marsica, previsti per la settimana in corso: giovedì 21 aprile, alle ore 15,30 si svolgerà l’incontro “Profili di uomini e di dei” con Riccardo Di Cesare e Daniela Liberatore, ricercatori dell’Università di Foggia. Nel deposito della Soprintendenza Archeologia dell’Abruzzo, ospitato presso il Museo Paludi di Celano, sarà possibile osservare alcune delle opere più importanti rinvenute nella Marsica: la Venere, il ritratto di donna anziana, il bustino in bronzo di Agrippina, provenienti da Alba Fucens, le statue di Luco dei Marsi e ritratti da San Benedetto dei Marsi e Pescina saranno mostrati dai due archeologi che ci AlbaFucensAnfiteatroguideranno nel pomeriggio dedicato alle rappresentazioni di uomini e divinità nell’antichità. Un ricco repertorio di immagini che segna la storia sacra e civile del territorio marsicano, attraverso forme artistiche di pregio che oggi tornano a mostrarsi nel corso di un nuovo appuntamento che consente a tutti di osservarle da vicino. Sabato 23 aprile, con partenza da Fonte Capo La Maina, si svolgerà un percorso lungo le tracce dell’antico acquedotto della città romana di Alba Fucens, con lo scopo di conoscere queste presenze per una migliore tutela e per ampliare i percorsi di visita intorno all’antica città romana.
Con la guida di Dario Rose, archeologo che ha condotto un’accurata ricerca di dottorato sulla struttura, sarà possibile seguire vari tratti e giungere al sifone rovescio collocato nella loc. Arci

Informazioni
Tel. 366-9615633
Facebook: Fucino 2016. Archeologia a chilometro zero