The news is by your side.

Al Vitruvio piccoli scrittori crescono con il concorso narrativo “Il mio Asimov – Sfide”, ecco tutti i vincitori

Avezzano. Si è svolta venerdì, nel Liceo Scientifico “M. Vitruvio Pollione” di Avezzano, la cerimonia di premiazione del concorso di narrativa fantascientifica “Il mio Asimov – Sfide”, giunto alla sua terza edizione. L’iniziativa è stata ideata e curata dai professori Giuseppe Leone e Roberta Placida, che, insieme Francesco Gizzi, dirigente scolastico dell’istituto, sostenitore entusiasta dell’evento, hanno anche provveduto alla valutazione degli elaborati e alla composizione della classifica finale che ha visto sul podio, per il secondo anno consecutivo, Gabriele Valente, della classe IV I, con il racconto “Progetto Prometeo”.

Seconda classificata Floriana Rossi, della classe V A, con il racconto “Oltre le apparenze: la vera sfida”. Terzo posto per Gaia Zaffiri, della classe II B, con il racconto “Io ti conosco”.

Gli allievi vincitori sono stati premiati con buoni per l’acquisto di libri offerti da libreria “Panella”, come primo premio, un Mr Book come premio per il secondo classificato e Power School Languages, da spendere presso la libreria “La Sorgente”, per il terzo posto.

Nel suo intervento di apertura il dirigente scolastico ha espresso notevole soddisfazione e ha sottolineato ancora una volta come queste iniziative siano “la scuola bella”, quella che entusiasma e che spinge a mettersi in gioco in sfide sempre nuove per il raggiungimento di obiettivi sempre più alti.

“La qualità dei racconti, sia dal punto di vista stilistico che tematico”, ha spiegato Gizzi, “è migliorata molto, tanto che stilare la classifica finale è stato difficile. Importante notare la profondità delle tematiche affrontate che spaziano da temi come l’inquinamento, le sperequazioni sociali, la ricerca della propria identità, la libertà individuale e di specie, a temi come la fratellanza, il tempo e la sua fuga, tema affrontato da sempre dagli artisti”.

I criteri di assegnazione dei punteggi sono stati l’originalità, l’aderenza al tema assegnato, lo stile nei canoni della fantascienza e la capacità di coinvolgimento dell’intreccio.

 

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto