News in tempo reale

Al teatro dei Marsi va in scena domenica Je trene della zuccariera di Pitoni

Avezzano. Je trene della zuccariera di Giovanbattista Pitoni è il titolo del film documentario che verrà proiettato domenica alle 17 al castello Orsini. La costruzione dello zuccherificio di Avezzano, il primo vero opificio industriale della Marsica, fu iniziata, ai primi del Novecento, da una società italo-tedesca che lo mise in funzione nel 1903 con una grande potenzialità di lavorazione e con unoccupazione dalcune centinaia di operai. Fin dall’inizio apparve necessaria la realizzazione di una strada ferrata che congiungesse la struttura alla stazione di Avezzano e da questa portare il carico di zucchero direttamente al grandioso scalo merci di San Lorenzo a Roma.Dopo molte vicissitudini e cambi di proprietà, la fabbrica, purtroppo, cessò la sua Castello Orsiniattività nel 1987 ma la ferrovia continuò a svolgere (e svolge ancora) la sua funzione a sostegno di nuove attività sorte all’interno del Nucleo Industriale. La strada ferrata (ed i trenini che per oltre un secolo l’hanno utilizzata) attraversa luoghi storici che ci ricordano avvenimenti e personaggi che hanno contrassegnato i duemila anni trascorsi. Il film-documentario si propone l’obiettivo di ricordare personaggi notevoli che rischiano di essere dimenticati (Muzio Febonio, Alessandro Torlonia, Pietro Antonio Corsignani, Walter Cianciusi, Virginio Orsini, Marcantonio Colonna, Camillo Corradini, Antonio Salandra), raccontare la storia, importante ma poco nota, della Marsica, del Fucino e di Avezzano (Prosciugamento del Lago, servizio dell’omnibus, terremoto del 1915, Battaglia di Lepanto, Breccia di Porta Pia, costruzione della Ferrovia Roma-Sulmona, bombardamenti della 2^ guerra mondiale) e far rivivere personaggi che, pur se modesti, rappresentano comunque un mondo ormai scomparso, fatto di tipici modi di atteggiarsi, parlare, lavorare, rapportarsi con il prossimo