The news is by your side.

Fondi interprofessionali, ecco cosa sono e come sfruttarli per la tua azienda

Avezzano. Quando si parla di formazione si parla di crescita. E all’interno di un’azienda non se ne può fare a meno. E’ per questo motivo che i corsi destinati all’aumento delle conoscenze dei propri dipendenti è ormai all’ordine del giorno.

Ma qual è una delle strade più vantaggiose da intraprendere se si vuole seguire questa linea? Una opportunità di cui le aziende possono godere è l’accesso alla formazione finanziata tramite i fondi interprofessionali che permettono di ricevere una formazione altamente qualificata e specifica riducendo, al tempo stesso, i costi aziendali. Il Consorzio Alta Formazione e Sicurezza di Avezzano, essendo esperto nel settore e interfacciandosi con questo tipo di realtà da anni, ci svelerà cosa sono i fondi interprofessionali e quali i benefici che possono arrecare alle aziende.

I fondi interprofessionali da alcuni anni permettono alle aziende di beneficiare di formazione del tutto gratuita per i dipendenti. Con il pagamento dei contributi obbligatori ogni azienda può destinare una percentuale fissa della retribuzione dei lavoratori, anziché all’INPS, a uno di questi fondi, come contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”, ha dichiarato l’amministratore di AfesDott. Marco d’Aurelio.

I vantaggi”, ha continuato, “nell’aderire a questi fondi sono diversi: accrescere la propria competitività andando a ridurre i costi aziendali da spendere per la formazione del personale, ricevere formazione altamente qualificata e specifica e quindi soddisfare le proprie esigenze a 360 gradi”.

Afes, in quanto organismo di formazione, elabora progetti personalizzati per le aziende, andando ad analizzare i bisogni formativi delle stesse. A testimoniare la qualità del lavoro svolto dal Consorzio Alta Formazione e Sicurezza di Avezzano, è un episodio che lo ha visto di recente protagonista.

Abbiamo svolto un corso per operatore macchine a controllo numerico”, ha affermato Marco D’Aurelio, “un’azienda abruzzese ha beneficiato di questo corso gratuitamente mediante l’utilizzo dei fondi interprofessionali. La formazione è risultata talmente positiva agli occhi dell’azienda che, una volta terminati i fondi a disposizione, ha deciso di pagare di tasca propria un altro corso per i dipendenti. Questo ci ha reso molto soddisfatti perché vuol dire che nel lavoro che stiamo svolgendo si riconosce la passione che ogni giorno mettiamo e la qualità di cui ci serviamo”.

La mia azienda opera a Carsoli nel settore della metalmeccanica”, ha raccontato la titolare, “e la totale assenza di qualificazione e specializzazione nella zona mi ha portato a rinforzare quella che è da sempre la mia politica aziendale: far crescere il personale interno attraverso corsi altamente qualificati come quelli organizzati da Afes. Abbiamo quindi usufruito dei fondi interprofessionali per accedere alla formazione gratuita fornita dal Consorzio Alta Formazione di Avezzano e siamo rimasti impressionati dalla capacità che hanno avuto di riuscire a soddisfare le esigenze dell’azienda. Abbiamo infatti deciso anche senza l’aiuto dei fondi interprofessionali di rimanere legati ad Afes in quanto ci siamo resi conto sin da subito che questo investimento ci regalerà preziosi frutti in futuro”.

Se vuoi usufruire anche tu dei fondi interprofessionali per ricevere formazione gratuita per il personale della tua azienda, non ti resta che contattare il Consorzio Alta Formazione e Sicurezza Afes e scoprire tutto ciò che c’è da sapere. Per info e contatti, Telefono: 0863.472153; E-mail: info@afes.it

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto