News in tempo reale

Aciam, resa dei conti in casa Pdl: chieste sanzioni disciplinari per chi ha votato Pd

Avezzano. L’elezione della coordinatrice del Pd di Avezzano Lorenza Panei alla carica di presidente dell’Aciam, operazione messa in atto dal sindaco di Avezzano Gianni Di Pangrazio insieme a una parte del centrodestra, ha fatto scattare la resa dei conti in casa Pdl nei confronti di quelli che vengono oramai definiti dai vertici del partito “traditori”. Infatti in poche ore già 21 componenti su 30 del coordinamento provinciale hanno chiesto di valutare provvedimenti disciplinari nei confronti di chi ha votato la segretaria del Partito democratico alla guida dell’ente. Si potrebbe valutare anche il provvedimento dell’espulsione. Il segretario Provinciale, Massimo Verrecchia, sta valutando il da farsi in queste ore.

Intanto i sindaci dei comuni di Carsoli e Oricola e Pereto, Domenico D’Antonio, Antonio Paraninfi e Bruno Ranati si compiacciono per l’elezione di Pierluigi Pantalone nel nuovo consiglio di amministrazione dell’Aciam avvenuta ieri ad Avezzano. “E’ stato veramente un grosso risultato per Carsoli e per l’intera Piana del Cavaliere l’elezione di Pantalone al nuovo cda”, ha dichiarato D’Antonio. In questi tempi di austerità economica dove tutti i comuni italiani sono vincolati dal patto di stabilità e dalla politica della spending review, essendo le nostre risorse finanziarie limitate, è importantissimo creare quelle sinergie tra tutti i comuni della Piana del Cavaliere indispensabili per ottimizzare tutti i servizi, come quello della raccolta dei rifiuti. Per questo l’elezione di Pantalone rappresenta una tappa importante. Auspico che ci sia da parte di tutte le forze politiche e sociali in campo quel senso di responsabilità e collaborazione necessarie per il perseguimento del bene comune”. Il neo consigliere Pierluigi Pantalone, ha espresso tutta la sua più grande felicità per la sua elezione nel nuovo consiglio di amministrazione dell’Aciam perché: ”finalmente, Carsoli e l’intera Piana del Cavaliere, dopo tantissimo tempo, hanno potuto eleggere un loro rappresentante”.

A festeggiare per il risultato ottenuto è anche il sindaco di Avezzano, Gianni Di Pangrazio. “L’elezione della Panei, una professionista di alto livello”, afferma, “rappresenta una svolta storica: i sindaci, gli ultimi baluardi della Repubblica, al centro delle scelte per il governo del territorio. L’assemblea dei soci, a stragrande maggioranza, ha detto chiaramente basta alla politica degli intrugli che ha caratterizzato le gestioni degli ultimi anni in questo territorio”. Lorenza Panei (Pd), indicata dal sindaco di Avezzano, Paolo Gioia (proposto da 14 sindaci dell’aquilano di area Pd-Pdl e Civici), Pierluigi Pantalone (Pdl, area del carseolano), Umberto Di Carlo e Alberto Torelli (in rappresentanza dei privati) sono stati eletti con l’80,74% delle quote societarie.
“Praticamente un plebiscito”, sottolinea Di Pangrazio, “fatta eccezione per quei pochissimi sindaci ancorati alla vecchia gestione che proponevano la conferma del Presidente uscente alla guida di Aciam da sei anni: hanno evitato il cappotto mettendo sul tavolo pure le quote delle Comunità montane, (8,89%) enti in scioglimento con un governo unitario. Senza quelle quote sarebbe stata una disfatta completa. Neanche il tentativo disperato di offrire la presidenza agli aquilani ha prodotto i risultati sperati dai dissidenti. Oggi, comunque, è un bel giorno per il territorio, un nuovo inizio all’insegna del confronto aperto per scelte condivise e non imposte”. Il sindaco formula gli auguri di buon lavoro al nuovo Cda di Aciam e confida in una “crescita della società e in una gestione all’insegna della massima efficienza per ottimizzare le spese e ridurre le tariffe per i cittadini in questa fase di grave crisi economica e occupazionale”.Massimo Verrecchia (m.m)