The news is by your side.

Accoltellamento sotto ai portici, forse un caso di bullismo alla base della rissa

Avezzano. Forse un caso di bullismo sarebbe dietro alla rissa che ha portato all’accoltellamento di un albanese di 33 anni, ancora ricoverato all’ospedale di Avezzano con una ferita alla spalla. sangue sul marciapiede dopo accoltellamentoIl giovane, N.A., è fuori pericolo, ma la prognosi non è stata ancora sciolta. Intanto le indagini della squadra anticrimine del commissariato di Avezzano stanno cercando di fare chiarezza sull’accaduto. Secondo una delle ipotesi, che sembra assumere ogni giorno di più veridicità, la faida tra due famiglie, una italiana e un’altra albanese, sarebbe sorta per le continue vessazioni nei confronti di un ragazzino albanese da parte dell’avezzanese 17enne accusato di aver sferrato la coltellata. Dopo la discussione tra i due ragazzi, infatti, quello albanese sarebbe tornato a casa e avrebbe raccontato tutto a genitori e parenti. Due di loro, intenzionati a vendicarsi, sarebbero usciti alla ricerca del ragazzo avezzanese. Anche lui, a sua volta, aveva chiesto rinforzi al futuro cognato, un dominicano. A quel punto, sotto ai portici, vicino a Piazza Risorgimento, è scoppiata la rissa. Finora il coltello utilizzato per il ferimento non è stato trovato.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto