News in tempo reale

A Luco si punta sull’azionariato popolare per salvare la squadra dell’Angizia Luco

Luco dei Marsi. “E’ un progetto ambizioso ma anche l’unica soluzione!” Con queste parole Fabio Baldassarre, presidente dell’Angizia Luco ha esordito in merito all’innovativo percorso che dovrebbe portare la prima squadra di Luco dei Marsi ad iscriversi alla stagione 2014-2015. La soluzione pronosticata si chiama “Azionariato Popolare” ed è una sorta di diffusione della proprietà azionaria ai tifosi che diventano, così, di fatto, investitori e dirigenti. Questa attività, dalle blasonate Barcellona e Real Madrid, sta ora prendendo piede anche in Italia con il Santarcangelo, Campo di calciol’Orgoglio Amaranto (l’Arezzo), l’Hellas Verona e la Roma. Al progetto aderisce pienamente l’Amministrazione Comunale di Luco dei Marsi che, nella persona dell’Assessore allo Sport, Antonello Gallese, esprime la sua gratitudine nei riguardi dell’idea del presidente Baldassarra: “I tagli subiti dai comuni”, ha detto l’Assessore, “hanno portato anche noi a ridurre il contributo economico alle società calcistiche. Il progetto di Fabio ci sembra la strada giusta da percorrere, saremo i primi azionisti del progetto. Ci auguriamo che i tifosi percepiscano la delicatezza del momento e l’importanza che il calcio riveste per Luco, così come la Società Angizia”. Non resta che attendere, a proposito, l’assemblea pubblica di sabato 31 maggio, che si terrà alle 17, nella sede della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Luco, dalla quale dovranno trasparire le intenzioni dei dirigenti biancazzurri e quelle di tifosi e simpatizzanti.