News in tempo reale

Cai, Club alpino italiano di Carsoli, festeggia in Comune i 150 anni dall’istituzione

Carsoli. Importante appuntamento per la sezione del Club Alpino Italiano di Carsoli. Alle ore 17, nella Sala del Comune di Carsoli, il gruppo ha voluto festeggiare la ricorrenza del 150° anniversario del Cai Nazionale con l’iniziativa “A pie’ la Porta”, – cronache tra passato presente e futuro. Una mostra che è stata allestita per trasmettere importanti valori e promuovere soprattutto alle nuove generazioni i significati e l’importanza di questo sodalizio. Il Presidente della Sezione Cai di Carsoli, Mario Felli, il Sindaco Domenico D’Antonio e il vice Federica Arcangeli, hanno inaugurato la mostra, ed i numerosi visitatori sono stati improvvisamente catapultati in un percorso ricco di storia, cultura e tradizione. Il tutto con i valori della montagna, lo stare insieme e l’amicizia. Il percorso allestito nella Sala Consiliare del Comune ripercorre tutte le tappe fondamentali della vita di sezione, le uscite sociali, le scalate importanti, con documentazione narrativa e fotografica.
Il Cai di Carsoli ha celebrato dunque il 150° nella logica di uno slogan nazionale “La montagna che unisce”, Ufficialmente costituita nel 2005 la Sezione aveva gia’ alle spalle una attività ultraventennale portata avanti dal gruppo in seno alla Sezione del capoluogo aquilano. Essa, già dalla nascita raggruppa circa novanta soci e viene intitolata a Sandro Iacuitti, un giovane di 24 anni, volontario della Caritas, radioamatore e amante della montagna, venuto a mancare nel gennaio del 1982 a causa di una tragica e accidentale caduta a Campo Imperatore, di ritorno dalla vetta del Corno Grande.
E’ dello stesso 1982 la realizzazione e la posa di un cippo commemorativo sulla cresta del Monte Fontecellese, il monte alle spalle della nostra cittadina. Il cippo, costituito da una piccola scultura bronzea, raffigura Sandro poggiato sulla sua piccozza intento a guardare dall’alto la sua amata Carsoli.
La interessantissima mostra restera’ aperta dal 26 ottobre e fino a domenica 3 novembre con ingresso libero tutti i giorni. Daniele Imperiale