News in tempo reale

Arriva una rotatoria in via La Torre a Celano, ma l’opposizione ritiene il progetto pericoloso

Celano. Per migliorare la viabilità cittadina, senza trascurare gli aspetti legati alla sicurezza stradale e di una migliore fruibilità della trafficata arteria cittadina , in corrispondenza dell’intersezione a “T” esistente in via La Torre il Comune di Celano sta realizzando una rotatoria di tipo “compatto” (con diametro esterno di 25 metri e anello giratorio di 8,50 metri) in accordo alla normativa vigente (DM 19/04/2006). Pur non prevedendo il Dm in argomento una sistemazione dell’isola centrale in parte sormontabile, si è previsto di realizzare una banchina interna transitabile al fine di migliorare il transito di veicoli con “interasse” e passo compatibile con mezzi più ingombranti. La scelta di inserire una rotatoria nasce  dalla necessità di aumentare la sicurezza degli utenti della strada, laddove in passato si sono verificati diversi incidenti stradali mortali, limitando quelle che normalmente sono le manovre più pericolose ovvero la svolta a sinistra; la circolazione propriamente detta a rotatoria, inibisce questi particolari punti di conflitto di intersezione facendoli diventare di immissione diversione da e verso vari flussi. Ulteriore obiettivo del progetto è quello di migliorare il decoro di uno degli ingressi principali alla Città e di dare avvio alla prima pista ciclabile. Il progetto, però, non è piaciuto all’opposizione.

Al riguardo un grido di allarme arriva infatti dai consiglieri del PD. “Come purtroppo già preannunciato, in una nota del Partito Democratico del giugno scorso, i lavori che l’Amministrazione comunale sta facendo eseguire in Via della Torre stanno compromettendo seriamente l’incolumità delle persone, oltre che peggiorare drasticamente la viabilità lungo una delle strade più importante della città. Nonostante i ripetuti interventi correttivi – intervengono i consiglieri del Partito Democratico, Di Stefano e Tiberi – fatti apportare da amministratori, tecnici comunali, progettisti e impresa, tutti preoccupati dai dubbi tempestivamente sollevati a giugno dal PD, nonostante si sia cercato di ampliare le corsie della “mini rotatoria”, alla luce di quanto oggi realizzato occorre denunciare con forza la pericolosità dello stato di fatto, anche in violazione delle norme del codice della strada. Ostacoli mal segnalati lungo le carreggiate, assenza di una segnaletica chiara, nessuna illuminazione, insomma per i veicoli una condizione di perenne pericolo.” “La rotatoria ha peggiorato fortemente la percorribilità, soprattutto dei mezzi pesanti, ma ancora più pericolosa è la soluzione proposta all’incrocio di Via della Torre – Via Aldo Rossi. Analoga situazione di pericolo sta causando l’esecuzione di lavori per l’interramento di un “fosso” sempre lungo Via della Torre, a poche decine di metri dalla “mini rotatoria. È assurdo spendere 300 mila euro per mettere a repentaglio l’incolumità dei cittadini.” Concludono i consiglieri del PD. “Bisogna assolutamente intervenire per evitare il peggio, per evitare pericolosi incidenti con l’avvicinarsi della stagione invernale. Almeno per questo l’amministrazione mostri un po’ di senso di responsabilità.”