L’ex assessore Consolati attacca l’amministrazione De Angelis: il progetto del Wi-Fi era nostro

Lecce nei Marsi. “Il Wi-fi gratis per due ore al giorno era un nostro progetto”. Questa la precisazione dell’ex assessore Bruno Consolati che è voluto intervenire in merito alla notizia dell’accesso gratuito alla rete internet due ore al giorno nel Comune di Lecce. “Il progetto è stato ideato, appaltato e fatto  realizzare dall’ex amministrazione Favoriti”, ha spiegato Consolati, “un progetto denominato, “Messa in sicurezza del paese con videosorveglianza e accesso alla rete internet WI-FI”, fortemente voluto e curato nei minimi dettagli  dal mio assessorato. I tempi di realizzazione del progetto sono stati lunghi ed impegnativi. Era una novità assoluta per il territorio marsicano e Lecce nei Marsi, grazie all’ex amministrazione Favoriti,  è stato uno dei primi paesi  a mettere in pratica tale progetto dando servizi e mettendo in sicurezza il territorio. In merito alla Spending review ed austerity, è giusto ricordare che l’amministrazione Favoriti aveva iniziato un percorso di Finanza Creativa. Nel mese di ottobre 2011, grazie al forte impegno e determinazione dell’ex assessore Consolati Biagio e dei dipendenti comunali,   è partito il servizio di raccolta differenziata porta a porta. Tale servizio a permesso un abbattimento dei costi di gestione di circa il 50%, creando, oltre al risparmio economico per i cittadini,  opportunità di lavoro ed adeguamento alle normative europee, nazionali e regionali. E’ stato realizzato sul territorio di Lecce nei Marsi un impianto fotovoltaico che porta soldi nelle casse comunali, ormai al collasso,  e ne era previsto un secondo. Era in cantiere la realizzazione di una centrale a biomasse da 1 MW di potenza di ultima generazione (alimentata con legname da ardere, residui agricoli e forestali e specie vegetali coltivate per lo scopo), subito bocciata dall’attuale amministrazione De Angelis, , che avrebbe portato soldi nelle casse del comune ed avrebbe creato opportunità di lavoro individuali ed imprenditoriali”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.