Sterpetti Concessionarie: Alfa Romeo
filo

Colpo di scena in consiglio, tra i banchi dell’assise avezzanese ci sarà anche la Cosimati

Avezzano. Domani mattina nell’aula Consiliare del Comune di Avezzano, la commissione elettorale presieduta dal giudice Stefano Venturini procederà alla proclamazione del nuovo sindaco della città di Avezzano e dei 24 consiglieri comunali. Dall’ufficio elettorale del comune, numeri certi alla mano, si confiugura il nuovo consiglio comunale: poche le sorprese, ma da una prima fotografia appariva l’esclusione di Iride Cosimati, unica donna rimasta in gara, a seguito dell’alleanza con Di Pagranzio al turno di ballottaggio. L’ex vicesindaco sembrava non avere i numeri per conquistare un seggio, in base alla ripartizione fatta per liste o per gruppi di esse, ma da un attento controllo dei voti e dei criteri di assegnazione dei seggi e di ingresso in consiglio comunale, sembra proprio che la Cosimati domani sarà proclamata consigliere. Il Sindaco Di Pangrazio potrà contare su una una maggioranza di 15 membri, nove saranno invece i consiglieri di opposizione. Quattro sono i seggi che andranno alla lista Per Avezzano. Entreranno a far parte del nuovo consiglio Crescenzo Presutti, Gianfranco Gallese e Leonardo Rosa, tutti al loro debutto; insieme a loro, Roberto Verdecchia, già consigliere di opposizione durante la precedente amministrazione Floris. Tre sono i seggi spettanti al Pd con Domenico Di Berardino, ex assessore della prima giunta Floris, candidato più votato ad Avezzano. Torneranno in consiglio, ma sui banchi della maggioranza, anche Carlo Tinarelli e Fabrizio Amatilli. L’Udc entra in consiglio con Emilio Cipollone, consigliere provinciale in carica, non dovrebbe esserci invece Stefano Chichiarelli, esponente provinciale dei giovani del partito di Casini, 26anni, risultato primo dei non eletti a vantaggio di Cosimati. Nicola Pisegna Orlando, ex sindaco di Collelongo ed ex vicepresidente del consiglio regionale, con Proposta Popolare, siederà tra i banchi di maggioranza, come pure Francesco Paciotti, già presidente del consiglio comunale ed ex assessore provinciale, per Api. Vincenzo Ridolfi, ex assessore della giunta Floris e attuale coordinatore cittadino dei finiani, e Giancarlo Cipollone dovrebbero essere i rappresentanti di Fli. Il movimento voluto dal consigliere regionale Luciano Terra, Avezzano Futura, porterà in consiglio Rocco Di Micco. Un seggio anche per Lorenzo De Cesare, proveniente dall’amministrazione Floris, si è proposto come capolista al primo turno, e forte del risultato ottenuto ha stretto alleanza con Di Pangrazio. Per il Pdl, che rappresenta il partito più votato in città, cinque sono i consiglieri di opposizione, Si tratta di Claudio Tonelli, ex capo di gabinetto di Floris e attuale assessore provinciale, Lino Cipolloni presidente del consiglio comunale uscente, Vincenzo Gallese ex assessore, Mariano Santomaggio e Fabio Ranieri, al suo debutto. Gli altri tre seggi andranno ad Alberto Lamorgese con Forza Avezzano, Filomeno Babbo di Cantiere Popolare e Antonio Di Fabio della lista “Con Italo per Avezzano”. Toccherà al nuovo sindaco di Avezzano Giovanni Di Pangrazio formare la squadra che amministrerà la città per i prossimi cinque anni, si rincorrono le voci sugli aspiranti assessori, ma non ci sono ancora certezze, il balletto dei nomi è destinato a durare ancora qualche giorno, fino a quando il consiglio comunale non si insedierà ufficialmente. Gianluca Rubeo

Scritto da il 25 maggio 2012. Registrato sotto Speciale elezioni. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Lascia un Commento

NEWS IN TEMPO REALE SU FACEBOOK

Galleria fotografica