I Comuni di Celano e Castelpoto uniti dai Santi Martiri: un legame religioso che dura da molti anni

Celano. Nel segno dei Santi Martiri è stato rinnovato il gemellaggio che lega le città di Celano e Castelpoto (BN). I Santi Martiri, nel Comune Campano, vengono celebrati dal 13 al 15 maggio. E proprio lunedì 14 maggio il rito di unione tra le due comunità si è ripetuto, con la partecipazione di una folta delegazione celanese alle solenni cerimonie previste nel Comune in provincia di Benevento. C’è stato inoltre spazio per attività culturali, oltre a quelle prettamente religiose. “È stata una giornata piena di significati – ha affermato Ezio Ciciotti, vicesindaco del Comune di Celano – in cui, come è ormai tradizione, si sono rinnovati i messaggi di stima e fratellanza tra le due comunità, avvicinate dal medesimo spirito religioso per i Santi Martiri. Ormai, i rapporti di collaborazione e di ospitalità con la cittadina di Castelpoto hanno raggiunto il decimo anno di attività dal punto di vista istituzionale. Anche se c’è da precisare che i rapporti di natura religiosa sono iniziati ancora prima. Una testimonianza di come gli attestati di stima a di fratellanza diventino ogni anno sempre più forti”. Per la trasferta nel Sannio la delegazione celanese era composta da circa 80 fedeli e dai membri della “Confraternita del Santissimo Sacramento e Santissimi Martiri” della chiesa di San Francesco di Celano; c’era poi una delegazione della “Confraternita della Madonna del Carmine” che quest’anno, a Celano, si occuperà dell’organizzazione dei festeggiamenti in onore dei Santi Martiri. Per l’occasione è stato rafforzato anche il gemellaggio tra la chiesa parrocchiale di San Giovanni di Celano e la Basilica Vaticana di Santa Balbina in Roma, che lo scorso anno ha ricevuto in dono dal Comune di Celano alcune reliquie dei Santi Martiri. (M.D.P.)