Bloccano latitante, gli revocano il permesso di soggiorno ma poi lo accompagnano ai domiciliari

Avezzano. Era ricercato, aveva a suo carico un avviso del questore, e un decreto di revoca del permesso di soggiorno. Viene trovato e bloccato dalla polizia ma alla fine messo ai domiciliari, a casa della madre. E’ la rocambolesca vicenda che ha riguardato uno  straniero di origine marocchina. Nel primo pomeriggio di ieri, gli agenti della squadra volante del commissariato di  Avezzano, hanno visto e arrestato il marocchino di  20 anni, di cui sono state fornite le iniziali,  S.E.H.

A suo carico numerosi precedenti penali e una ordinanza di applicazione di misura cautelare per reati contro il patrimonio. Gli agenti, mentre stavano eseguendo un controllo di prevenzione sul territorio,  hanno notato il nordafricano mentre si aggirava nei pressi del centro. Dai controlli è emerso che era un latitante ricercato. Al giovane sono stati quindi  notificati  i provvedimenti amministrativi tra i quali l’avviso orale del Questore dell’Aquila e la revoca del titolo di soggiorno. Se pur sprovvisto del permesso, dopo gli adempimenti burocratici, lo straniero è stato accompagnato nell’abitazione della madre, in regime di detenzione domiciliare dove dovrebbe restare da clandestino fino ai processi.