Perchè il Sud è rimasto indietro? Se ne discute con l’associazione Avezzan’Europa

Avezzano. “Perchè il Sud è rimasto indietro?”. E’ il tema della conferenza organizzata dall’associazione culturale Avezzan’Europa per giovedì 19, alle 17.30, nella sala convegni dell’Istituto Economico e Commerciale “Galilei” di Avezzano. Relatore sarà il professor Emanuele Felice, di origine abruzzese, economista, ordinario presso l’Università degli studi D’Annunzio di Pescara, uno dei maggiori esperti della storia e dell’economia del Mezzogiorno, autore di libri e ricercatore scientifico. La questione meridionale fonda le sue radici dai tempi dell’Unità d’Italia: si parte da spiegazioni che si basano su di una diversità genetica della popolazione, tra l’altro influenzata dalla lunga dominazione normanna, sino a puntare il dito contro il Nord, colpevole di aver sfruttato un Sud che prima dell’unificazione sarebbe stato florido e  avanzato sotto i Borboni.
Il prof. Felice sarà introdotto dal presidente dell’associazione Avezzan’Europa Brizio Montinaro e presentato da Sergio Natalia. Ingresso libero.