Ad Avezzano spazio ai giovani con I Tavoli delle Professioni, il Rotary Club organizza incontri a tu per tu con esperti

Avezzano. Il Rotary Club Avezzano si conferma sempre più impegnato nel sociale. Anche quest’anno, infatti, è in arrivo la seconda edizione de “I Tavoli delle Professioni”, il progetto che rende protagonisti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado del territorio. A seguito del boom di partecipazioni e di successo che l’evento ha riscosso lo scorso anno, l’appuntamento è stato fissato per sabato 3 febbraio, a partire dalle ore 9 al Castello Orsini di Avezzano. Circa 200 saranno gli studenti delle ultime classi del Liceo Scientifico Vitruvio Pollione, del Liceo delle Scienze Umane Benedetto Croce, del Liceo Classico Alessandro Torlonia, del Liceo Artistico, dell’Itis, dell’Istituto di Istruzione Galileo Galilei e dell’Istituto di Istruzione Superiore Arrigo Serpieri, che avranno la possibilità di conoscere tutti i segreti delle realtà professionali a loro più affini. 75 saranno i professionisti locali appartenenti a vari ambiti lavorativi con i quali potersi confrontare a tu per tu attorno ad un tavolo dove curiosità, dubbi e incertezze troveranno finalmente una risposta. Un metodo alternativo e originale per far avvicinare i più giovani al mondo universitario e, di conseguenza, a quello lavorativo. “Non siamo noi a consigliare particolari università o lavori”, ha raccontato Massimo Nicolai, per il secondo anno consecutivo presidente del Rotary Club Avezzano, “diamo l’opportunità ai ragazzi di scoprire quale lavoro è più vicino ai loro desideri o semplicemente di chiarirsi le idee attraverso dei dialoghi con veri e propri esperti”. All’inizio dell’anno scolastico sono stati consegnati dai soci del comitato organizzativo dei questionari agli studenti per sapere quali fossero le loro aspirazioni professionali. Dai dati raccolti sono così nati i tavoli divisi per aree tematiche: professioni mediche (tavolo 1), psico-socio-sanitario (tavolo 2), giuridico (tavolo 3), ingegneria, architettura e conservativa (tavolo 4), forze dell’ordine (tavolo 5), economico-aziendale-imprenditoriale (tavolo 6), comunicazione e formazione (tavolo 7), agricoltura e ambiente (tavolo 8), scientifico (tavolo 9), artistico (tavolo 10) e mestieri (tavolo 11).

“Siamo rimasti colpiti”, continua Massimo Nicolai, “dalle preferenze che i ragazzi hanno espresso. Saranno, infatti, presenti anche ufficiali dell’Esercito e Vigili del Fuoco, figure professionali che sono state al centro della cronaca a seguito degli eventi che hanno tristemente caratterizzano l’Abruzzo lo scorso anno.  I professionisti hanno anche il ruolo di smentire eventuali falsi miti o illusioni creati nella mente dei ragazzi e ricordare loro che per raggiungere i propri obiettivi è necessario rimanere in ogni caso con i piedi per terra”. Dopo un’introduzione generale, gli studenti dovranno scegliere tre tavoli e quindi tre diverse professioni con cui saranno a contatto per il resto della mattinata. “Le loro scelte devono andare incontro ai loro sogni”, conclude il presidente Nicolai, “sono sicuro che si andrà a creare un equilibrio perfetto tra l’esperienza dei professionisti e le idee dei più giovani. Ringrazio l’amministrazione comunale per il grande aiuto che ci ha fornito e i soci del Rotary Club che tra l’altro vestiranno il ruolo di professionisti e si racconteranno ai ragazzi”. Un’ottima occasione per dare il via ad un percorso che guarda al futuro e che sarà ogni anni reso più semplice grazie alla vicinanza del Rotary Club Avezzano alla cultura, all’istruzione e alle esigenze della città e dei più giovani. @GiorgiaD’Ascanio