Al via le “Giornate marsicane della solidarietà”, sei giorni di riflessione con il mondo dell’associazionismo

Avezzano. Il mondo dell’associazionismo si mobilita per le “Giornate marsicane della solidarietà”. E’ stato presentato ieri il ricco programma degli eventi solidali promossi dal centro servizi per il volontariato in collaborazione con la Pro Loco di Avezzano e il patrocinio del Comune, della Provincia e della Regione, che si terrà da lunedì 11 alle 9.30 al castello Orsini fino a sabato. L’iniziativa, sarà coordinata da Gino Milano e Angelo Gallese, ideatore del progetto di Rete sociale. Si partirà lunedì con una riflessione di Milano e Gallese coordinata da Orietta Spera. Subito dopo ci sarà il coro “Loredana Cambise”, composto da persone che si trovano nelle strutture riabilitative psichiatriche di Avezzano e diretto da Bianca D’Amore con il contributo di Cabiria Stati, a intrattenere i presenti prima dell’intervista di Daniele Rocchi sul tema della Solidarietà al sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, di Amatrice, Sergio Pirozzi, al vescovo dei Marsi, monsignor Pietro Santoro e a Francesco Barone, docente dell’università dell’Aquila. Nel salone della parrocchia di San Giovanni alle 11 si raduneranno i giovani del servizio civile mentre al castello Orsini si parlerà di riabilitazione psichiatrica nella Marsica.

La giornata andrà avanti seguendo un programma ricco di appuntamenti che si chiuderanno alle 20.30 con il concerto a cura di Guido Cellini con Rosaria Angotti, soprano, Paolo Amicucci, clarinetto e Guido Cellini al pianoforte. Martedì, mercoledì, giovedì e venerdì ci saranno altri eventi, sempre a partire dalle 9.30, che vedranno il coinvolgimento di decine di associazioni di volontariato e centinaia di volontari che insieme agli studenti delle scuole della città e della Marsica prenderanno parte ai seminari. Eventi paralleli a quelli del castello Orsini si svolgeranno a Celano, all’auditorium Fermi, e a Luco dei Marsi nella sala della società operaia di mutuo soccorso. Sabato il programma si chiuderà con una giornata tutta incentrata sul tema “Fare rete, le competenze del terzo settore e la solidarietà” che inizierà alle 9 e si concluderà alle 20 con la consegna degli attestati ai partecipanti.