Scuole, i consiglieri provinciali chiariscono: la conferenza ha ritenuto inammissibile le proposte di Balsorano e San Vincenzo

Balsorano. In relazione alle dichiarazioni dei Sindaci di Balsorano e San Vincenzo Valle Roveto, apparse sulla stampa, in ordine all’esito della Conferenza Provinciale Organizzativa sul dimensionamento scolastico e, in particolare, sul pronunciamento favorevole della stessa sulle proposte da loro avanzate sono intervenuti il vice Presidente della Provincia Alberto Lamorgese e i consiglieri provinciali delegati marsicani Gianluca Alfonsi, Alfonsino Scamolla e Roberto Giovagnorio, “Per doverosa chiarezza e al fine di evitare inutili strumentalizzazioni dobbiamo precisare che nell’ambito della conferenza provinciale organizzativa tenutasi il 29 novembre presieduta dal presidente della Provincia Caruso e a cui ha partecipato anche il collega consigliere Vincenzo Calvisi”, hanno commentato i consiglieri provinciali.

“Su proposta dello stesso presidente, che ha ricevuto in tal senso specifico mandato dall’intero consiglio provinciale a seguito dell’approvazione di specifica mozione in Commissione Edilizia Scolastica”, hanno continuato i delegati marsicani in consiglio provinciale, “è stata espunta e quindi ritenuta non ammissibile la proposta delle Giunte Comunali di Balsorano e San Vincenzo Valle Roveto. Pertanto, non si è proceduto ad alcuna presa d’atto né valutazione di merito e men che meno dalla Provincia dell’Aquila. Nel corso del consesso è stato, invece, approvato unanimemente il mantenimento, in deroga, delle autonomie scolastiche di Celano e Pescasseroli  rispetto alle quali decisioni esprimiamo la nostra soddisfazione ritenendo le istituzioni scolastiche un importante presidio di cultura e socialità soprattutto nei centri montani”.