Tornano le “Le Domeniche Da Favola” con Cappuccetto e il lupo al teatro dei Marsi di Avezzano

Avezzano. Tornano le  “Le Domeniche Da Favola” spettacoli per i bambini e le famiglie in collaborazione con Il Comune di Avezzano – Assessorato alla Cultura e Ufficio del Teatro e rapporti Istituzionali con  Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Regione Abruzzo. Domenica alle 17 la compagnia Bella presenta “Cappuccetto e il lupo”. Testo e regia Giampiero Pizzol. Interpreti Laura Aguzzoni,Maria Mengozzi, Giampiero Pizzol, Giampiero Bartolini. Musiche Carlo Pastori . Scene e costumi Manuela Camprini. Ecco una fiaba tutta di musica e comicità , di paura e di coraggio , una storia antica come il mondo e in cui ci si diverte un mondo ! Cappuccetto Rosso è una tra le più conosciute e antiche fiabe . Quando una storia ha una così universale diffusione vuol dire che affonda le sue radici in profondità e in qualche modo vela e svela un mistero.  Qual’ è dunque il tesoro nascosto nella vicenda di Cappuccetto ? In realtà si tratta di una delle scoperte più evidenti ma anche più essenziali per la vita dell’ uomo sulla terra : Cappuccetto è rosso come il Sole che entra ogni Notte nella pancia buia del Lupo per uscire fuori al mattino in tutto il suo splendore . Ecco dunque la parabola della Luce e la legge della speranza che dà ritmo alla vita . Il ritmo è proprio la caratteristica di questa breve , ma affascinante fiaba che ci consente di superare la paura e non disperare nemmeno quando sembra che tutto sia finito tra i denti del Lupo. La storia si snoda nel suo incedere tradizionale in una giostra di figure e in un carosello di canzoni , tra un Cacciatore spaccone e burlesco , un Lupo trasformista e buongustaio ma ahimè , troppo ingordo , una Mamma sempre indaffarata con caffè e ciambelle, una vecchissima e divertente Nonnina e una Bambina sveglia e birichina. Ma attraverso questo gioco teatrale e clownesco di avventure, di fame e fantasia, la fiaba scorre verso il suo senso profondo: : l’ uscita dal Buio della notte simboleggiato dalla bocca del lupo verso il regno della Luce di cui il rosso cappuccio è segno e guida come il Sole nei cieli lo è di ogni viaggio umano nel bosco della vita.

Le canzoni di Carlo Pastori e il divertente testo di Giampiero Pizzol disegnano e colorano questo spettacolo proiettandolo dal palco alla platea fino a coinvolgere i bambini che come spesso succede , sono i primi a guidarci verso la allegra bellezza del mondo.