L’ex Superal viene acquistato all’asta, massimo riserbo sul progetto di restyling della struttura

Scurcola Marsicana. La Cosmo acquista una parte dell’ex Superal all’asta a 8 anni dalla chiusura. La struttura commerciale degli anni ’90 potrebbe avere una seconda vita. L’edificio di 5mila metri quadrati, infatti, è stato acquistato dalla società che sta realizzando il nuovo centro commerciale alle porte di Avezzano e possiede il Globo lungo via Tiburtina. Cosa ne sarà dell’ex Iperorveal? Per ora nessuno sa se c’è un vero progetto commerciale dietro. Lo stabile, infatti, è finito solo in parte nelle mani dell’azienda del teramano. Da oltre 1milione e mezzo di euro dei primi incanti si è arrivati qualche mese fa a poco meno di 600mila euro.

L’edificio nel frattempo è stato abbandonato diventando una discarica di rifiuti, il celebre tetto in vetro è caduto e la neve e la pioggia hanno finito di distruggere quel che era rimasto. La Cosmo ha acquistato uno dei lotti che faceva capo alla società Orveal affidata al curatore fallimentare Ivan Lozzi e poi passata nelle mani dell’associazione notai di Avezzano. Vista la metratura dell’edificio e la posizione strategica in tanti si aspettavano che potesse essere un primo passo per il riscatto dell’ex centro commerciale il Parco. Per un altro lotto appartenente alla società Azzurra, inoltre, sempre la Cosmo aveva versato una caparra di 30mila euro con l’obiettivo di partecipare all’incanto e aggiudicarselo. Si era, quindi, a un passo dall’inizio del nuovo futuro del primo centro commerciale della Marsica. Ma poi nessuno si è presentato al momento dell’incanto e l’asta così è andata deserta. Per il terzo lotto, della Geim srl, non c’è stato mai nessun contatto tra Cosmo, o altre aziende, e i proprietari. Stando così le cose la Cosmo non potrà utilizzare l’edificio a meno che nei prossimi incanti non si rifarà viva.