Treni al collasso. Studenti pigiati ed in piedi come sardine.

Da pochi giorni, si sono riaperte le scuole e così anche gli studenti della tratta Sora-Roccasecca hanno riaffollato auto e treni per raggiungere i vari istituti. Purtroppo però le cose , già da subito, non sembra funzionino in maniera efficiente. I treni super affollati lasciano molto a desiderare sulla qualità del servizio. E’ il caso di parlare del treno di ieri, la corsa di ritorno che parte da Avezzano alle 14,00 e  che  era affollatissimo. Studenti e pendolari  in piedi, come sardine, attufati sul corridoio delle uscite. Difficile salire sul mezzo, farsi un varco a spintoni e poter entrare nella vettura per viaggiare attaccati naso-naso con le altre persone. I vagoni per il trasporto erano solo due, quindi lo spazio per contenere tutte la persone era ridottissimo, per fortuna che a Capistrello molti degli studenti sono scesi e qualche passeggero è riuscito anche a trovare un posto. Basterebbe aggiungere una vettura.  E’ proprio vero: la scuola non è ancora iniziata e già cominciano i disservizi. Monica Virgilio