Sequenza sismica in Marsica, spunta la sesta scossa dimenticata. L’anomalia segnalata dai lettori

Scurcola. Spunta finalmente la sesta scossa dimenticata. E’ quanto accaduto riguardo alla sequenza sismica che sta interessando il territorio occidentale della Marsica, nei Piani Palentini. Si tratta della replica più forte,  di magnitudo 1.9, avvenuta nello stesso punto del primo evento del 10 settembre, a tre chilometri dal centro di Scurcola Marsicana. Sarebbe avvenuto alle 23:26:32 di ieri a una profondità di 7.6 chilometri. In un primo momento (come si evince dalla prima cartina riportata da MarsicaLive) l’evento non era stato registrato, o per lo meno non era stato reso noto dall’Istituto di Geofisica e vulcanologia. Successivamente la sequenza è continuata con un’altra scossa. Poi però in molte segnalazioni di nostri lettori, anche con commenti sotto all’articolo, hanno evidenziato di aver sentito una scossa che non risultava nei canali pubblici dell’Ingv. Le segnalazioni sono aumentate e anche Marsica Meteo ha segnalato l’anomalia all’istituto. Ora la scossa è stata inserita tra quelle che stanno interessando la sequenza della faglia. Ci sarebbe però un’altra scossa segnalata da tanti utenti avvenuta alle prime ore del mattino.

Le altre scosse registrate, tutte molto ravvicinate, sono quella di 3.7 di magnitudo a 3 chilometri da Scurcola Marsicana delle 21:58:09 a una profondità di 8.1; quella di 1.8 a 2 chilometri da Scurcola alle 22:08 dello stesso giorno a una profondità di 8.4, quella di 1.5 a 3 chilometri da Scurcola alle 22:48 a una profondità di 8.1, quella di 1.8 a 3 chilometri da Magliano alle 6:54 di ieri a una profondità di 7.1 e quella di 1.7 a 2 chilometri Scurcola di ieri alle 17:56 a una profondità di 9 chilometri.