Oltre duecento vespe hanno infiammato le strade della Marsica al raduno nazionale della mitica due ruote

Celano. Oltre duecento vespisti in sella alla mitica due ruote che ha segnato un’epoca e che ancora oggi continua ad appassionare intere generazioni, hanno letteralmente invaso la città di Celano in occasione del terzo raduno nazionale della vespa che si è svolto nella giornata di domenica. Appassionati provenienti da tutta Italia si sono radunati di prima mattina dietro il maestoso Castello Piccolomini che regna sovrano sul grande bacino fucense dove, dopo essersi rifocillati e aver visitato la suggestiva fortezza, sono partiti alla volta di Avezzano per una tappa d’obbligo nel meraviglioso Parco Arssa, storica dimora di indubbia bellezza del principe Torlonia. Tra incantevoli scenari naturalistici e paesaggi mozzafiato le epiche due ruote hanno infuocato le strade della Marsica sfoggiando i loro diversi stili e caratteri, proseguendo il giro verso Forme, Fonte Capo La Maina e Santa Iona, per poi fare ritorno al punto di partenza per pranzare tutti insieme. Durante il pranzo riconoscimenti e premi sono stati assegnati al club proveniente da più lontano e a quello più numeroso. La goliardica manifestazione, che si svolge tradizionalmente ogni due anni, è stata organizzata dal Vespa Club dei Marsi città di Avezzano, fondato nel 2013 e ufficialmente riconosciuto e affiliato al Vespa Club Italia, composto da giovani e meno giovani amatori della mitica Piaggio, che condividono la passione insieme ai tanti amanti e cultori di quella che è senza dubbio la regina delle due ruote che ha rivoluzionato l’Italia degli anni ’50 e che tutt’oggi conserva intatto il suo fascino indiscusso. @noemideblasis