La Soprintendenza per l’Abruzzo presenta i lavori di restauro della chiesa Santissima Annunziata di Tagliacozzo

Tagliacozzo. Questo pomeriggio alle 16.30, nella chiesa Santissima Annunziata in Tagliacozzo, a seguito della riapertura al culto dell’edificio dopo i recenti lavori che ne hanno restituito l’antica bellezza, si terrà un incontro durante il quale saranno presentate le fasi di restauro e le opere eseguite. Interverranno Aldo Giorgio Pezzi, architetto e direttore delegato Soprintendenza ABAP per l’Abruzzo; Antonella Lopardi, funzionario storico dell’arte Soprintendenza ABAP;  Aldo Cianfarani, architetto progettista e direttore dei lavori; Vincenzo Giovagnorio, sindaco di Tagliacozzo; don Bruno Innocenzi, parroco della Santissima Annunziata.
Grazie ai finanziamenti dell’Ufficio Nazionale per i Beni Culturali Ecclesiastici della CEI, con fondi 8 x mille, per una quota pari al 50%;  della Diocesi dei Marsi per il 10% e la restante quota a carico della Parrocchia, è stato possibile realizzare le importanti opere di risanamento della chiesa che versava in precarie condizioni a causa della forte umidità di risalita che interessava i muri perimetrali, al punto da disgregare gli stucchi di alcuni degli antichi altari seicenteschi e settecenteschi. Il problema è stato eliminato con la realizzazione di una “barriera chimica” a livello di fondazione perforando le murature e percolando delle apposite resine impermeabilizzanti. Un completo e delicato intervento di restauro è stato eseguito sull’altare della Cappella della Divina Provvidenza ad opera del restauratore Corrado Cerone, con la supervisione della dott.ssa Lopardi, riportando alla luce antiche policromie di oro e argento, presenti anche nei restanti altari laterali che ora, con sperati e futuri finanziamenti, attendono di essere riportati agli antichi splendori.
Particolare attenzione e sorpresa, nei fedeli e nei turisti che già affollano la cittadina,  ha destato la ritrovata immagine interna dell’edificio trattato con nuove tinteggiature a latte di calce intonate con la pregiata pavimentazione in seminato veneziano, unica nel territorio marsicano, trattata con un sistema di pulitura che ne ha restituito la luminosità.
Nel corso della conferenza, l’architetto Aldo Cianfarani illustrerà anche i futuri lavori di adeguamento liturgico del presbiterio, fortemente voluti dal parroco Don Bruno Innocenzi, che inizieranno in settembre e che riguarderanno il rifacimento dell’altare, dell’ambone e della sede per il celebrante.
L’Amministrazione comunale di Tagliacozzo, nella persona del sindaco Vincenzo Giovagnorio, ha voluto dare il suo contributo per la realizzazione del nuovo sagrato antistante l’ingresso della chiesa, attraverso il taglio delle alberature che ostruivano l’intera facciata e una nuova pavimentazione che, in luogo del precedente marciapiede, rende ora possibile la riconoscibilità di uno spazio antistante il luogo sacro e la sua identificazione come tale per il passante che percorre la strada.