Festival della comunicazione Controsenso, tutto esaurito per la seconda giornata. Oggi si chiude a Sante Marie

Tagliacozzo. Un via vai ininterrotto di visitatori ha caratterizzato la seconda giornata del festival della comunicazione Controsenso andato in scena ieri al palazzo Ducale di Tagliacozzo. Due diverse location, le ex carceri e le scuderie, dove giornalisti, professionisti, amministratori, universitari e cittadini si sono incontrati per parlare di tante tematiche. Venti i seminari andati in scena, oltre 70 ospiti e poi moderatori, volontari e tutto lo staff organizzativo dalle 9.30 alle 22 ha animato gli incontri. Tra i primi temi trattati il modo di raccontare le catastrofi con il racconto di Mario Mazzocca, sottosegretario della Regione Abruzzo, il giornalista Giustino Parisse e Adolfo Moretti del X reggimento Alpini e del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, intervenuto telefonicamente, che ha ribadito come il ruolo della comunicazione è fondamentale in queste circostanze. La mattinata è proseguita con un focus sui vaccini con l’assessore regionale Paolucci, sull’intossicazione da internet e social con Alessio Carciofi, e sulla comunicazione nella pubblica amministrazione con il giornalista Domenico Ranieri e Francesco Di Costanzo di #PaSocial. Curiosità per la presentazione dell’intelligenza artificiale Crystal curata dal team della Xsense. Marco Menichelli ha fatto scoprire a tutti Crystal che si è presentata alla platea di Controsenso e ha risposto alle numerose domande sul mondo della tecnologia, della comunicazione e del giornalismo lasciando tutti a bocca aperta. Hanno interagito con il pubblico le donne, tra cui c’era la criminologa Immacolata Giuliani, che hanno parlato della deumanizzazione del genere femminile, ma anche Giancarlo Zappacosta, dirigente regionale, Carolina De Vitis, di Borghi Autentici d’Italia, e Rita Rufo, Dmc Marsica, che si sono soffermati sulle difficoltà di comunicare l’Abruzzo e le sue bellezze.

 

Boom di presenze nel pomeriggio per assistere ai racconti di padre Enzo Fortunato e dei giornalisti Nello Trocchia e Barbara Schiavulli sulle difficoltà di raccontare la verità oltre le frontiere, ma anche per l’incontro dedicato ai dipinti spariti con la partecipazione della soprintendente Lucia Arbace. Faccia a faccia tra la ricerca della veridicità della notizia e le fake news, sotto la regia del presidente dell’ordine dei giornalisti, Stefano Pallotta, con la senatrice Stefania Pezzopane, il re delle bufale sui social, Ermes Maiolica, e il ricercatore Giampaolo Giuliani e poi in un altro appuntamento con un redattore di Lercio, Vittorio Lattanzi. Il pomeriggio è andato avanti con degli approfondimenti sul Medio Oriente, con i giornalisti Filippo Facci e Tiziana Ciavardini nella sala delle scuderie e e Andrea Iacomini, portavoce Unicef, Valerio Cataldi, inviato del Tg2, il giornalista Salvatore Santangelo e il docente Enzo Di Salvatore nell’atrio del palazzo Ducale. Food e radio hanno chiuso la giornata. Alberigo Lemme, dietologo, Matteo Griguoli, agricoltore, Lorenzo Berlendis, vice presidente Slow food, e Giancarlo D’Annibale, amministratore delegato di Rustichella d’Abruzzo hanno trattato in modo diverso la tematica dell’alimentazione mentre Max Pagani di Rds, Stefano Chiarazzo di Social Radio Lab e Rossella Biagi di radio Universitaria hanno chiuso con un aperitiv radio. In serata Corrado Oddi ha ripercorso la storia della strage di Capaci attraverso la sua esperienza nell’interpretazione di Falcone per la Rai. Oggi si chiuderà a Sante Marie con la premiazione del concorso letterario alle 17.15 nel cortile del museo del Brigantaggio e dell’Unità d’Italia.