A mezzogiorno proclamazione eletti in Comune, si va verso la governabilità a De Angelis. Previsti ricorsi

Avezzano. La commissione ha deciso e ha fissato la cerimonia ufficiale per la proclamazione alle 12 in Comune. C’è grande attesa per l’assegnazione dei seggi ma, secondo indiscrezioni non confermate ufficialmente, si andrebbe verso la linea della governabilità. In sostanza a De Angelis, invece che nove seggi (che decreterebbero una “maggioranza in minoranza”), verrà assegnato anche il premio di maggioranza. Uno scontro tra il peso delle liste da un lato (a favore di Di Pangrazio) e i voti al sindaco eletto dall’altro (a favore di De Angelis). Una lotta questa di Avezzano tra tra principio di rappresentatività al primo turno, che favorirebbe il sindaco uscente, , e principio di governabilità dopo il ballottaggio, che concederebbe lo stesso un premio di maggioranza a De Angelis.

La commissione sarebbe andata verso questa direzione. L’arcano sarà svolato soltanto a mezzogiorno quando la commissione, che fa capo al Tribunale di Avezzano guidato dal presidente Eugenio Forgillo, proclamerà gli eletti e assegnerà i seggi. Si tratta di un passaggio fondamentale per il futuro della capoluogo marsicano. Questa soluzione, come d’altronde anche l’altra, potrebbe però portare a una serie di ricorsi.  Questa norma all’italiana, d’altronde,  ha prodotto numerosi contenziosi davanti alla giustizia amministrativa. E probabilmente continuerà a produrne. A meno che non si percorra la strada della collaborazione amministrativa tra maggioranza e opposizione. Scenario improbabile.