Esce dalla terapia intensiva il giovane marsicano ferito a Bologna, un sospiro di sollievo per la Marsica

Avezzano. Esce dalla terapia intensiva il giovane marsicano rimasto ferito durante un incidente stradale avvenuto a  Bologna. La Marsica ha tirato un sospiro di sollievo per Riccardo Liberati, studente di 22 anni di Scurcola Marsicana che giovedì pomeriggio stava tornando  a casa accompagnato dai genitori a bordo della loro auto dopo aver sostenuto l’ultimo esame all’università. Il giovane è stato trasferito nel reparto di chirurgia lasciando la terapia intensiva mentre i genitori, il padre Pierluigi e la madre, avvocato, Serenella Monaco, di Tagliacozzo, saranno dimessi oggi. Il giovane stava dormendo sul sedile posteriore della macchina ferma in coda sulla terza corsia della A14, quando è arrivata una Mini Countryman condotta da un 28enne che ha travolto i mezzi incolonnati.

Nella Marsica, dove il giovane e i suoi genitori sono molto conosciuti, c’è stata grande apprensione e preoccupazione per le loro condizioni che fortunatamente sono in netto miglioramento. “Mai prima avevo capito l’importanza di avere tante persone nel cui cuore nasce un pensiero per te e per i tuoi cari”, ha scritto la mamma Serenella su Facebook, “mi sono commossa e ho trovato nuova forza. Vi ringrazio con tutto il cuore, uno per uno, per essere entrati così discretamente in un momento triste della mia vita per riempirla di un fiore, di una incitazione al coraggio, di un messaggio di speranza, di una preghiera”. Il nonno ha voluto pubblicare la foto del giovane sui social in modo da rassicurare tutti sulle buone condizioni dello studente.