Tre persone rinviate a giudizio per il doppio fallimento di Futura srl con l’accusa di bancarotta

Avezzano. Sono stati rinviati a giudizio dal gup del tribunale di Avezzano, Maria Proia, per il prossimo 8 febbraio 2018, davanti al giudice Carla Mastelli. Si tratta di Mario Cialone, Santina Fracassi e Olga Basciani finiti nei guai a causa del doppio fallimento di Futura srl, società che curava la manutenzione e il giardinaggio per le società della Telespazio, del gruppo Finameccanica. I reati contestati sono quelli di bancarotta fraudolenta ed evasione dell’imposta sul valore aggiunto. Per il reato di evasione il gup ha disposto il non luogo a procedere e sono stati dissequestrati anche conti e immobili già sequestrati a suo tempo dalla Procura di Avezzano.

Gli episodi risalgono agli anni 2008, 2009 e 2010 e hanno visto il coinvolgimento di molti altri soggetti che a diverso titolo hanno fatto parte dell’indagine e che si sono evolute anche in altre indagini. La società aveva avuto in appalto diverse commesse in tutta Italia, in Sicilia e al Nord. Aveva subito un primo fallimento nel 2011 che poi è stata annullata dalla corte d’appello per un errore di notifica. La procura di Avezzano aveva fatto una istanza autonoma nel 2012 facendo dichiarare il secondo fallimento. Proprio nel corso delle indagini sarebbero emersi i reati di bancarotta ed evasione. Gli avvocati difensori sono Aldo Lucarelli e Felice Iacoboni.